Imposta di soggiorno Comune di Ventimiglia

Informazioni

INDICAZIONI OPERATIVE

ATTENZIONE!

In quanto agenti contabili, si richiama all'obbligo degli utenti di comunicare il resoconto delle somme gestite nell'anno per conto dell'Amministrazione, utilizzando l'apposito modello 21.

Il modello 21 va presentato entro il 30 di gennaio di ogni anno.
Le modalità di presentazione previste sono:

  • copia cartacea firmata (no scansione, che invalida il valore legale della firma)
  • invio tramite pec di file firmato elettronicamente

L’agente contabile è sottoposto al controllo giurisdizionale della Corte dei Conti ed è tenuto a rendere annualmente la resa del conto della propria gestione, secondo il modello 21 allegato al D.P.R. 194/1996.

Nella compilazione del modello viene utilizzato il criterio della cassa

Il file generato dalla procedura può essere aperto utilizzando Excel oppure Open Office.
Nel caso in cui la colonna note contenga un gran numero di documenti contabili, è possibile riassumerli indicando dal primo all'ultimo numero presente (es. "da fattura 1 a fattura 100").

Maggiori informazioni

Documentazione di varia utilità può essere scaricata in fondo a questa pagina

  • Per quesiti inerenti l'applicazione dell'imposta di soggiorno: Ufficio Tributi del Comune di Ventimiglia, 0184 280247/280253
  • Per assistenza tecnica al software è possibile contattare il produttore il venerdì dalle 14,00 alle 18,00 al numero 02 89605116 oppure scrivere al seguente indirizzo e-mail: infoalberghi@proximasrl.net

Comune di Ventimiglia

Provincia di Imperia

Istituzione Imposta di Soggiorno

 

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 78 del 13/11/2017, ha istituito nel Comune di Ventimiglia l’imposta di soggiorno, la cui applicazione decorre dal 23 marzo 2018, approvando il relativo regolamento.

Sono soggetti passivi dell’imposta i non residenti nel Comune che alloggiano nelle strutture ricettive site nel territorio comunale.

Le tariffe di seguito indicate,  approvate dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 317 del 13/12/2017, si applicano per persona e per giorno di permanenza, fino ad un massimo di giorni 7 per periodo di pernottamento:

 

TIPOLOGIA

CATEGORIE

TARIFFA IN EURO

Alberghi

4 o 5 stelle

2,50

Alberghi

3 stelle

1,50

Alberghi

2 o 1 stella

1,00

 

TIPOLOGIA

CATEGORIE

TARIFFA IN EURO

Residenze turistico alberghiere

4 o 5 stelle

2,50

 

3 stelle

1,50

 

2 o 1 stella

1,00

 

TIPOLOGIA

CATEGORIE

TARIFFA IN EURO

Villaggi turistici

4 stelle

1,50

 

3, 2 o 1 stella

1,00

 

TIPOLOGIA

CATEGORIE

TARIFFA IN EURO

Agriturismi, Ittiturismi, Esercizi di affittacamere, Bed and Breakfast, Campeggi, Aree attrezzate per la sosta, Case ed appartamenti vacanze, Case per ferie, Locande ed alberghi  diffusi, Rifugi, Ostelli, Appartamenti ammobiliati per uso turistico

 

1,00

 

 

 

Sono previste le seguenti esenzioni  dell’imposta:

 

  1. I minori fino al compimento del quattordicesimo anno di età;
  2. I lavoratori della struttura ricettiva con rapporto di lavoro o di studio non residenti nel Comune;
  3. I soggetti che assistono degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, in ragione di un accompagnatore per paziente;
  4. I genitori o accompagnatori, che assistono i minori di diciotto anni degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, per un massimo di due persone per paziente;
  5. I soggetti che alloggiano in strutture ricettive in seguito a provvedimenti adottati da autorità pubbliche per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria e per finalità di soccorso umanitario;
  6. I portatori di handicap non autosufficienti, con idonea certificazione medica, più un accompagnatore;
  7. Gli appartenenti alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco e agli operatori della protezione civile che pernottano in occasione di eventi di particolare rilevanza per cui sono chiamati ad intervenire  per esigenze di servizio;
  8. Autisti di pullman ed accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza ai gruppi organizzati. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 20 partecipanti;
  9. Lavoratori del settore trasporti e logistica che necessitano del turno di riposo;

 

Il gestore della struttura riscuote dai soggetti passivi l’imposta di soggiorno e provvede a riversarla al Comune entro venti giorni dalla fine di ogni  trimestre  solare, per un importo pari alle somme riscosse per giorni di presenza e numero di soggetti passivi, al netto delle somme non dovute dai soggetti esenti.

 

I gestori delle strutture ricettive ubicate nel Comune di Ventimiglia sono tenuti ad informare i propri ospiti dell’applicazione dell’Imposta di Soggiorno, della relativa entità, delle esenzioni e sanzioni. Nei contratti tra i gestori delle strutture ricettive e gli operatori dovrà essere prevista adeguata informativa circa le tariffe applicate nelle singole strutture.

 

=========================